Giardini Mon Plaisir – B&B di charme a Trapani

Un Giorno A Palermo

Cosa Vedere a Palermo in Un Giorno

Palermo, “Capitale” della Sicilia

Palermo è una città dalle mille sfaccettature, la sua lunga storia affonda le radici nella preistoria.

Città Fenicia, poi Greca e Romana, Capitale Araba e poi terra conquistata dai Normanni, dai francesi e dagli Spagnoli.

Questa incredibile storia è ancora riconoscibile, il suo assetto stradale, i profumi e gli odori che riempiono i suoi mercati, il cibo da strada, le voci e le urla che arricchiscono la passeggiata di incredibili suoni.

Noi di Giardini MonPlaisir ti suggeriamo di trascorrere almeno una giornata a scoprire Palermo, ti suggeriamo un percorso incredibile, proprio quello che gli ospiti di riguardo di Re e Vicerè facevano sbarcati a Palermo per raggiungere il Palazzo Reale.

Porta Felice

Rappresenta l’ingresso monumentale dal mare al Cassaro, l’antica strada principale della città. Da Qui avevano inizio le lunghe processioni per l’arrivo delle ambascerie in città, ed il Cassaro divenne così un’arteria ricca di palazzi monumentali.

A pochi passi da Porta Felice si scorge la Passeggiata delle Cattive ed il Palazzo Butera, uno dei palazzi più belli della città con una magnifica terrazza che si affaccia sul mare.

Porta Felice

Rappresenta l’ingresso monumentale dal mare al Cassaro, l’antica strada principale della città. Da Qui avevano inizio le lunghe processioni per l’arrivo delle ambascerie in città, ed il Cassaro divenne così un’arteria ricca di palazzi monumentali.

A pochi passi da Porta Felice si scorge la Passeggiata delle Cattive ed il Palazzo Butera, uno dei palazzi più belli della città con una magnifica terrazza che si affaccia sul mare.

Piazza Marina

Una piazza veramente ricca di storia, che è ben rappresentata da ciascun palazzo e da ciascun elemento urbanistico che la compongono. Piazza dello Steri, antico Palazzo Chiaramonte poi sede della Santa Inquisizione, qui c’era infatti una ghigliottina, sino alla fine del XIX secolo quando si decise di arricchirla con un giardino pubblico con ficus monumentali.

A pochi passi oltre lo STERI, ci sono Palazzo Abatellis (il più antico palazzo gentilizio della città) , Palazzo Mirto (casa museo di una famiglia nobiliare palermitana), la Via Alloro con i suoi antichi palazzi nobiliari e le sue chiese barocche.

I Quattro Canti di Città

Costruito alla fine del XVI secolo l’asse perpendicolare al cassaro (Via Maqueda) che sarebbe divenuto asse principale della città insieme al precedente, si rese necessario arricchire l’incrocio con una grande piazza, i QUATTRO CANTI o il TEATRO DEL SOLE. Quattro apparati decorativi barocchi, i cui decori sono arricchiti della luce del “Sole” durante l’arco della giornata.

A pochi passi da qui, Palazzo delle Aquile con la Fontana Pretoria, la Chiesa della Martorana, Piazza Bologni con la sua sequenza di palazzi nobiliari Barocchi

I Quattro Canti di Città

Costruito alla fine del XVI secolo l’asse perpendicolare al cassaro (Via Maqueda) che sarebbe divenuto asse principale della città insieme al precedente, si rese necessario arricchire l’incrocio con una grande piazza, i QUATTRO CANTI o il TEATRO DEL SOLE. Quattro apparati decorativi barocchi, i cui decori sono arricchiti della luce del “Sole” durante l’arco della giornata.

A pochi passi da qui, Palazzo delle Aquile con la Fontana Pretoria, la Chiesa della Martorana, Piazza Bologni con la sua sequenza di palazzi nobiliari Barocchi

La Cattedrale

Qui sono presenti un susseguirsi di epoche a rappresentare il susseguirsi dei popoli che hanno lasciato tracce tangibili nel monumento principale della città. Sono ancora visibili l’area Normanna con la cripta e le tombe reali. Costruita sul Cassaro, fa parte di quelle opere monumentali che sin da subito mostravano al visitatore (diretto dal Cardinale o dal Re) la potenza e la ricchezza della città.

Palazzo dei Normanni

La più antica residenza reale d’Europa, questo palazzo rappresenta nel suo insieme il susseguirsi delle dominazioni che ha subito questa città.

Costruito nel X secolo su fondamenta dell’antica città fenicia dagli arabi, divenne centro nevralgico del regno Normanno.

Al sui interno si può visitare la Cappella Palatina (simbolo dell’Arte Arabo-Normanna) così come il Salone d’Ercole del XVI secolo.

E allora vi abbiamo convinto? Non vi resta che preparare le valigie e partire in direzione Trapani!

Palazzo dei Normanni

La più antica residenza reale d’Europa, questo palazzo rappresenta nel suo insieme il susseguirsi delle dominazioni che ha subito questa città.

Costruito nel X secolo su fondamenta dell’antica città fenicia dagli arabi, divenne centro nevralgico del regno Normanno.

Al sui interno si può visitare la Cappella Palatina (simbolo dell’Arte Arabo-Normanna) così come il Salone d’Ercole del XVI secolo.

E allora vi abbiamo convinto? Non vi resta che preparare le valigie e partire in direzione Trapani!

Museo Pepoli

Museo Agostino Pepoli di Trapani Il Museo Pepoli si trova all’interno del convento dei Padri Carmelitani, la cui struttura risale al 1315, adiacente al Santuario

Leggi tutto »